lunedì 15 dicembre 2014

Recensione - My True Love Gave to Me, curato da Stephanie Perkins

Di che parliamo oggi?
[Inedito in Italia]
Titolo: My true love gave to me
Autore: AA.VV.
Pagine: 355
Prezzo: £10.99
Casa Editrice: Macmillan

La trama è inutile in questo caso. Si tratta di dodici racconti natalizi scritti da dodici autori differenti.

Voto complessivo:
A seguire una piccola parentesi per oggi racconto ^^

Midnights, di Rainbow Rowell 
Questo racconto è la perfezione. Non ho capito perché l'abbiano messo all'inizio (per me il meglio deve essere sempre alla fine), ma non importa: la Rowell mi ha dato prova ancora una volta di quanto i suoi personaggi possano sembrare veri e si riesca ad affezionarcisi anche in solo 23 pagine.

The Lady and the Fox, di Kelly Link
Se quello della Rowell era il primo e anche il migliore, questo per me è stato tremendo. Non ne ho capito il senso, non hanno spiegato nulla della parte "soprannaturale" e i personaggi erano più automi che altro. No, no e no.

Angels in the Snow, di Matt de la Peña
Con questo racconto ci si è un po' ripresi, ecco. Abbiamo un simpaticissimo catsitter e la ragazza che abita al piano di sotto e, niente, una classica tempesta di neve. Me lo aspettavo, non poteva esserci un racconto natalizio senza una bufera (Let it snow si basa tutto su una bufera!).

Polaris Is Where You'll Find Me, di Jenny Han
Di Jenny Han ho già letto diversi libri (la Summer Trilogy e anche To all the boys I loved before) e ho avuto di tutti impressioni diverse. Ho trovato il racconto carino, simpatico e dolce. Peccato per il finale, io tifavo per l'elfo.

It's a Yuletide Miracle, Charlie Brown, di Stephanie Perkins
E siamo arrivati alla Perkins! Carino, carino, carino! Devo ammettere che la novella che ha scritto per questo libro (di cui è anche curatrice) mi ha convinto quasi di più del suo primo romanzo, Anna and the French Kiss, che mi era piaciuto ma non mi ha lasciato moltissimo. Chi non desidererebbe ricevere per Natale un albero, una bellissimo ragazzo e anche recuperare vecchie tradizioni?

Your Temporary Santa, di David Levithan
Su Levithan non so mai cosa dire. Di suo ho già letto Ogni giorno, Will ti presento Will (scritto con John Green) e anche alcuni racconti, e tutte le volte mi stupisce, in un certo senso. Jo apprezzato questo racconto, peccato che avrei voluto qualche pagina in più per chiarire bene i rapporti tra i vari personaggi.

Krampuslauf, di Holly Black
Io ve lo dico, penso che io e Holly Black non potremo mai andare d'accordo. Almeno, non se tutti i suoi libri ricordano questo racconto. Io non ci ho trovato un senso, ecco. Anche qui il sovrannaturale non ha radici, spunta fuori dal nulla e sparisce altrettanto in fretta. 

What the Hell Have You Done, Sophie Roth? di Gayle Forman

Questo potrebbe essere il principale motivo per cui ho smaniato questa raccolta di racconti per mesi. Ebbene sì, la Forman. E' più forte di me, non riesco a non mettere le mani su qualsiasi cosa abbia il suo nome sopra (sfortunatamente mi manca ancora un suo romanzo, sniff sniff). Simpatico, diverso, mi ha aiutato a rimettere un po' le cose in prospettiva.

Beer Buckets and Baby Jesus, di Myra McEntire
Non poteva mancare neanche il cattivo-ragazzo-diventato-buono, che poi è il Vaughn di Myra McEntire. E perché? Per la ragazza che ama, ovviamente. Va beh, dai, sarà anche un cliché ma una storia del genere in questa raccolta calza alla perfezione.

Welcome to Christmas, CA, di Kiersten White
Ma sapevate che c'è più di una cittadina chiamata Christmas negli Stati Uniti? No? Beh, questa storia ce lo conferma. E succedono davvero cose strane da quelle parti...
Anche qui, divertente e dolce, peccato che il finale sia stato un po' poco sentito, almeno da parte mia.

Star of Bethlehem, di Ally Carter
Questo racconto faceva un sacco Hannah Montana, però in senso buono, ecco. Solo che ho provato poco per i personaggi, forse con qualche pagina in più e una scena finale meno improbabile...

The Girl Who Woke the Dreamer, di Laini Taylor
Non vedevo l'ora di arrivare al racconto della Taylor, avevo sentito grandi cose sulla sua scrittura. E devo dire che si sono rivelate vere: adoro lo stile! Se non fosse che non ho trovato il racconto in sé all'altezza delle mia aspettative, con un po' più di approfondimento forse sarebbe andata meglio.

8 commenti:

  1. uscirà anche in Italia? Intanto me lo cerco in inglese e provo a leggerlo! Sono curiosa di leggere la prima storia, quella che hai giudicato come la migliore della raccolta!

    RispondiElimina
  2. Questo libro mi attira sempre di più *-* Tuttavia, per quanto provi a leggere in inglese, sono una vera schiappa, ci ho provato più volte, fallendo. Credo di dover riprovare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che succede a tantissimi? Non scoraggiarti :D

      Elimina
  3. Dovrò leggere questa raccolta per un Read-Alongo organizzato da quattro blog che seguo, non vedo l'ora di iniziarla :)

    RispondiElimina
  4. L'ho iniziato ieri. Spero di concluderlo presto.
    Per questo ho letto solo i pareri sulle storie che conosco ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...