lunedì 13 giugno 2016

Recensione - Io prima di te, di Jojo Moyes

Questo è il libro di cui tutti parlano! E voi, l'avete letto?
Titolo: Io prima di te
Autore: Jojo Moyes
Pagine: 391
Prezzo: 14,90€
Casa Editrice: Mondadori

Trama:
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.

Voto:

Partiamo dal presupposto che io non ho pianto leggendo questo libro. E che sapevo già come andava a finire. In realtà, sfido chiunque a non averlo intuito dai triliardi di post su facebook che infestavano, per lo meno, la mia bacheca. Ma non parlo più del finale perché non vorrei che qualche poveretto di voi ancora non l'abbia letto e voglia essere sorpreso.

Tanti di voi lo conosceranno come Me Before You - titolo originale - ovvero la storia di Will Traynor, un uomo forte e nel pieno della vita che è costretto su una sedia a rotelle senza quasi possibilità di muoversi da un incidente in piena Londra, e di Louisa Clark, che per una strana serie di sfortune si ritrova a fargli compagnia, dargli da mangiare e aiutarlo come può. La loro relazione non è esattamente delle più convenzionali, perché le condizioni di lui e il suo perenne cattivo umore lo impediscono fin dal primo istante. Però sembra che Lou riesca a compiere, piano piano, la magia e riesca a svelare chi c'è davvero dietro alla barba e i capelli lunghi, lasciati crescere per inerzia.

I temi che vengono trattati da Jojo Moyes sono moltissimi e anche piuttosto complessi: la morte, la paralisi, il suicidio assistito e la violenza sebbene in misura minore. Come potete capire sono tutti temi forti, difficili da affrontare e che possono risultare assolutamente fuori luogo se descritti in modo banale o superficiale. Bisogna stare attenti perché si rischia sempre di insultare la sensibilità di questo o quell'altro lettore, spingendo troppo su questo o quell'altro dettaglio. Quello che mi è piaciuto più di tutto nello stile della Moyes è questo: la delicatezza con cui riesce a trattare ogni svolta nella storia e con cui, secondo me, riesce a mettere d'accordo tutti.

Detto questo, e facendo i miei complimenti all'autrice, ammetto che forse sapere già la maggior parte degli sviluppi non ha aiutato l'effetto sorpresa per me, per cui come dicevo sopra molte cose ormai le davo per scontate (credo di aver visto i vari trailer talmente tante volte da poterli recitare a memoria). In ogni caso qualche dettaglio prevedibile forse c'era, e l'emozione non mi ha travolta, come a tanti altri è legittimamente successo. Non so, lo stile dell'autrice mi aveva completamente immersa nella storia ma non è riuscita a catturarmi del tutto sul finale. 

Ora, sappiamo tutti che è uscito da poco Dopo di te, il seguito e... io voglio leggerlo! Voglio davvero sapere cos'è successo dopo, cos'è capitato ai personaggi e cosa diamine si è inventata la Moyes questa volta. Ma sarà davvero una buona idea? Non stravolgerà il bel ricordo che ho di questa lettura? Voi cosa ne pensate?

Si può aiutare solo chi vuole essere aiutato

8 commenti:

  1. Me lo sono fatto regalare ad aprile per il mio compleanno, ma è ancora vicino al comodino in attesa di essere letto - anche se so esattamente come va a finire.
    Del suo seguito ho letto tante lamentele e quindi penso che io, una volta letto, mi fermerò al primo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai la forza di non cedere alla curiosità :P ottimo!

      Elimina
  2. Letto già e..... mi ha straziato il cuore,ma allo stesso tempo sono felice di averlo fatto,leggerò anche il secondo,voglio avere una mia opinione in proposito

    RispondiElimina
  3. Ho amato alla follia questo libro, non vedo l'ora di leggere il seguito! So che non vivrò le stesse emozioni, ma poco importa, ho bisogno di leggere altro della Moyes *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tanti suoi libri che mi piacerebbe leggere *_*

      Elimina
  4. Lo devo leggere il prima possibile sono tropo curioso. :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...