giovedì 15 ottobre 2015

Iniziare a leggere in inglese - Qualche consiglio

Voi non ci crederete, ma "Da cosa comincio se voglio leggere in inglese?" è una delle domande che vengono poste più spesso ai blogger che ogni tanto parlano delle loro letture in lingua. Io stessa ho ricevuto più di un messaggio con domande a riguardo e quindi ho pensato che fosse carino spiegare tutto in un post, che risulta decisamente più dettagliato e preciso piuttosto che una rispostina veloce su facebook. 

Da che tipologia libri iniziare?

Qui, io inizierei con una distinzione: dipende tutto dal vostro livello di inglese. C'è chi magari non ha mai fatto altro che leggere le cinque righe di esercizio sul libro di grammatica, chi invece legge bene ma fa ancora prima/seconda liceo e quindi il lessico non è granché esteso (il significato delle parole si ricava anche benissimo dal contesto, ma è molto frustrante non sapere due parole su tre quando arriva una descrizione un po' più corposa) o chi è abituato a leggere già lunghi brani da romanzi perché, per esempio, studia letteratura a scuola e lì vengono riportate anche due/tre pagine di un determinato testo.

Io consiglio sempre le raccolte di racconti come primissima lettura (nonostante io non abbia fatto così; anzi le raccolte sono venute molto dopo!). Con libri lunghi magari ci si stufa di leggere una lingua diversa dalla propria più facilmente e si finisce per abbandonarlo sul comodino con la promessa di riprenderlo in mano prima o poi, ma spesso non succede. Il che non è solo uno spreco di soldi per un libro che alla fine della fiera non leggerete, ma è anche un modo per farvi perdere la voglia di continuare a provare perché vi demoralizza
Invece, le raccolte di racconti a mio parere danno più soddisfazione e di conseguenza voglia di leggere ancora: magari al primo tentativo leggete un racconto tutto d'un fiato e basta, da lì in poi avete la strada spianata per buttarvi su qualsiasi tipo di lettura, senza un "Non ce la farò mai!" che vi ronza per la testa. E, nel caso faceste fatica, potete leggere pian pianino il racconto e quando arriverete alla fine sarete comunque contenti di aver "finito" qualcosa, anche se erano trenta pagine voi siete arrivati alla fine. 

Se però l'idea di iniziare da raccolte proprio non vi garba, il mio secondo consiglio è questo: c'è una serie interrotta di cui proprio proprio non vedete l'ora di leggere il finale? Iniziate da quella. Il primo libro che io ho letto in inglese è stato Requiem, della Oliver: arrivata alla fine di Chaos, con quel finale che ancora oggi mi fa venire i brividi («Promettimi che rimarremo insieme per sempre»/«Non crederle») ho ordinato in un nanosecondo da Amazon Requiem e chi se ne frega se non capivo qualche parola, io dovevo sapere!
Stessa cosa appena scoperto che Resta anche domani, di Gayle Forman, aveva un seguito. Ora anche il secondo è un dei miei libri preferiti e non riuscirei ad immaginare di non averlo letto. Oggi c'è la traduzione, Resta sempre qui, ma all'epoca no, e quindi...

Un'altra opzione è comprare la versione in lingua del romanzo preferito. La storia vi sarà già familiare e non dovrete sforzarvi troppo per capire la storia, piuttosto per associare l'inglese ai vostri ricordi del libro in italiano.

Non vi consiglio di buttarvi a capofitto in un volume a voi del tutto sconosciuto, per il semplice fatto che non avete un riferimento neanche minimo. In più non sapete quanto è effettivamente difficile per voi leggere in inglese, perché non l'avete mai fatto, e non sapete nemmeno quanto risulta difficile lo stile di quel determinato autore ai vostri occhi.

Una volta superato il primo scoglio (a.k.a. la prima lettura) per quanto mi riguarda è tutto in discesa. Sì, ci vuole indubbiamente tanta pratica per leggere fluentemente e senza intoppi, ma una volta che siete riusciti con un volume solo potete farcela con quasi tutti.

Quali sono i libri che io consiglio?

Raccolte
Per quanto riguarda le Raccolte di Racconti di cui tanto vi ho parlato, ne ho un paio da suggerirvi. Sono entrambe natalizie e quindi se volete iniziare in questo periodo sono perfette.
La prima è My true love gave to me, curata da Stephanie Perkins e che contiene 12 storie, tutte di autori diversi (la Perkins stessa, Gayle Forman, Holly Black, Jenny Han, Laini Taylor, David Levithan e altri ancora). I racconti hanno una trentina di pagine ciascuno e in quanto a stili ce ne sono un po' per tutti i gusti; Jenny Han e Stephanie Perkins sono forse le più abbordabili, crescendo poi con Rainbow Rowell, e ancora Levithan e Laini Taylor. Essendo anche piuttosto corti, e non collegati l'uno all'altro, potete scegliere di leggere quello che volete quando volete. 
Una seconda raccolta è quella intitolata Let it snow, che di racconti ne contiene solo tre, ognuno lungo un centinaio di pagine, e i tre autori sono John Green, Lauren Miracle e Maureen Johnson.
Il "problema" è che i tre racconti sono strettamente intrecciati, lo si vedrà nel finale, e di conseguenza leggerli nell'ordine che preferite non è proprio consigliato. Al di là di questo, lo stile degli autori e la lunghezza delle varie novelle non è proprio da livello base, quindi questa la destinerei a chi pensa di avere già un buon livello e si sente sicuro di sé. 

Libri 
Trovo invece che, se siete decisi per un romanzo completo, una delle opzioni migliori sia buttarsi su un contemporary. Ci sono storie molto carine, anche toccanti a volte, che però non sconfinano in quel casino di maghi/magie/strumenti fantastici più difficile da gestire che trovereste di sicuro in un fantasy. 
Ho letto To all the boys I've loved before, di Jenny Han (portato in Italia col titolo Tutte le volte che ho scritto ti amo; molto carino; niente a che vedere con la The Summer Trilogy) e anche i romanzi di Morgan Matson, Sarah Dessen e Colleen Hoover. Trovate semplicemente quello che vi ispira di più e via, siete a cavallo.


Dove comprare i libri in inglese?
QUI trovate un post in cui vi parlavo dei diversi posti in cui di solito faccio acquisti normalmente e una sezione è appositamente dedicata ai libri in lingua. (BookDepisotory rimane il mio preferito). Vi sarà utile se cercate siti su cui comprare cartacei, a cui io proprio non posso resistere, mentre se siete appassionati del digitale non c'è praticamente nulla che voi non possiamo trovate su qualsiasi store online, e in pochissimo tempo sarà vostro.
Se, appunto, siete amanti del digitale provate a dare un occhio a BookBub che ogni tanto propone eBook free e non fa mai male :P

Vi è stato utile? :) Avete qualche altro consiglio da dare?

8 commenti:

  1. Lo sai che avevo pensato ad iniziare una raccolta di racconti per l'inglese? Il punto è che leggo, ma dopo 10/20 pagine (non tutte nello stesso giorno, perché non sono capace ancora) è come se non ce la facessi più. Non so spiegare.
    Avevo pensato di comprare My true love gave to me, deve uscire anche un'edizione economica con una cover meno bella, ma fa nulla. Anche se io preferisco non quella che hai postato, ma quella degli USA dove ci sono le coppie che pattinano. *.*
    Sai che quest'estate deve uscire un'altra raccolta di racconti curata da Stephanie Perkins? Ma a partr la Clare e Veronica Roth, non conosco più nessuno. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La raccolta della Perkins nuova la voglioooooooo! *______*

      Elimina
  2. Mi hai dato un'idea con la raccolta My true love gave to me che mi incuriosiva già. Potrebbe essere un'idea! Vediamo se riesco a trovare il coraggio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi assolutamente sapere, ora sono curiosa! :D

      Elimina
  3. Articolo molto interessante!
    Ecco perché l'ho scelto tra i miei 5 post preferiti del periodo ;)
    Trovi la segnalazione qui:
    http://valentinabellettini.blogspot.it/2015/10/blogger-love-project-2015-day-4-share.html

    RispondiElimina
  4. grazie Angelica sei stata utilissima io vorrei proprio approcciarmi alle letture in lingua e credo proprio che seguirò i tuoi consigli! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia stato utile!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...