venerdì 17 marzo 2017

4° Tappa | "Passenger", di Alexandra Bracken • Blogtour

Ciao a tutti!

In questo venerdì pieno di eventi (seguitemi sulla pagina facebook e su instagram!) vi parlo un po' del nuovo romanzo in uscita per Sperling & Kupfer, Passenger di Alexandra Bracken!


Se avete letto le prime tappe sapete già come funziona, ma per chi è appena arrivato ecco una piccola spiegazione: sarete voi i nostri Passeggeri! Ogni tappa vi porterà ad esplorare una determinata città in un anno preciso, che visita anche la protagonista del romanzo.

Ma prima parliamo un attimo del romanzo!

In una terribile notte, Etta Spencer – giovanissima violinista – perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino ad ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare al proprio tempo, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, il capitano della nave. Ma i suoi tentativi per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio, tempo, tradimento e amore.

Oggi andiamo a...

LONDRA
1940

Partendo dal presupposto che per me è interessante tutto ciò che riguarda Londra, trovo particolarmente emblematico questo periodo, ovvero il 1940. 
Ci sono diverse caratteristiche di cui vorrei parlare, partendo da quella sicuramente più seria e che verrà in mente a tutti: la Guerra. Ebbene sì, siamo in piena Seconda Guerra Mondiale e i soldati marciano per le strade, i territori inglese vengono bombardati sempre più spesso egli scenari quotidiani sono terrificanti.

 « The Battle of France is over. I expect that the Battle of Britain is about to begin... » 
 - W. Churchill


Assolutamente spaventoso fu, nel settembre di quell'anno, il grande Blitz di Londra. Per giorni consecutivi la città venne bombardata da aerei Tedeschi che volavano sopra la capitale inglese. Era solo una parte della famosa operazione Leone Marino che i tedeschi avevano indetto contro l'Inghilterra, durata diversi mesi.

Ovviamente dobbiamo menzionare una delle icone del periodo, e futura monarca. Elisabetta II d'Inghilterra, non ancora regina poiché appena quattordicenne, fece il suo primo discorso alla radio rivolgendosi a tutti i ragazzi che erano stati allontanati dalle proprie case per la loro stessa sicurezza durante la Guerra. Successivamente, con il raggiungimento della maggiore età, Elisabetta diventerà parte dell'esercito in quanto meccanico e autista diventando comandate semplice onorario.


Gonne lunghe a metà polpaccio, bottoni, stoffe particolari, cappellini... e sopratutto grande attenzione alle spalle, che vengono sempre evidenziate da qualche particolare. Questo è quello che ho capito guardando qualche foto della moda del periodo. E ancora: cinture a sottolineare la vita, colletti alla Peter Pan, statement jewels, guanti...


Per quanto riguarda la musica alcune delle canzoni più popolari erano "All over the place", di Frank Eyton e Noel Gray, che faceva parte della colonna sonora del film Sailor 3 e "Let the people sing" di Fran Eyton, Noel Gray e Ian Grant. Il genere prediletto all'epoca era il jazz inglese, derivato da quello caratteristico americano, e proprio in questo periodo iniziano a crearsi sempre più band per divertire il pubblico e i soldati impegnati nella guerra. Il 1940 è anche l'anno di nascita di due musicisti che impressioneranno l'Inghilterra e il mondo intero: Ringo Starr e John Lennon.





Ricordatevi di guardare le altre tappe!
[Grazie Clary per la Grafica!]

3 commenti:

  1. Che tappa davvero interessante!
    Non sapevo che la futura regina Elisabetta II avesse fatto da meccanico per l'esercito! *o*

    RispondiElimina
  2. Proprio oggi hanno spiegato cosa succederà alla morte della Regina! Poi di venerdì 17, proprio gliela stanno mandando! Ogni volta che scopro una cosa nuova su questa Donna, tutto quello che ha fatto nella sua vita, mi meraviglio.

    Ora addirittura il meccanico per l'esercito, non l'avrei mai nemmeno pensato!

    RispondiElimina
  3. Che bella la moda di quel periodo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...